03 Marzo 2024
Manifestazioni

11° Ponteaegola Corre

13-05-2012 - MANIFESTAZIONI
Dom
13
Mag 2012
orario: 7.30-8.30
dove: Ponte a Egola (PI) (Podisti Ponteaegolesi)Tel. 0571 49389 Cell. 333 38780216

LA MANIFESTAZIONE PIU LUNGA
Questa mattina i podisti del Trofeo Pisano sono statti ospitati dal gruppo Ponteaegolese per la 11° edizione di "PONTE a EGOLA CORRE"manifestazione ben curata con buoni ristori buoni premi, sia individuali sia di gruppo, e con buoni percorsi tutti corribili con un alternarsi di tratti di salite, corte ma impegnative, tratti discese tortuose, e tratti di sentieri pianeggianti tra prati fioriti e boschi che sprigionavano profumi intensi.
Chilometraggi tutti perfetti quasi si trattasse di corse competitive, chi come me però ha opzionato per la 22 chilometri (22.102 per la precisione)si e ritrovato a correre per molto tempo addirittura due intere stagioni. Di fatto la partenza e stata effettuata regolarmente alle Ore 7.30 ma con un sole e, un´afa da Primavera inoltrata, ma man mano che si macinava chilometri il tempo cambiava, prima un leggero venticello ci scompigliava i capelli (Si fa per dire perche per me i capelli sono un lontano ricordo) poi il vento aumentava notevolmente portandosi dietro nuvoloni minacciosi di pioggia, sembrava proprio Autunno inoltrato il che ci consigliavano di aumentare l´andatura per arrivare al più presto a passare sotto l´arco rosso del Pisano che sentenzia l´arrivo...............................................................................................
PONTE A EGOLA : ORGANIZZATA MOLTO BENE
Ormai è una abitudine : la domenica prima o poi piove.

Ma stamani no.

Anzi la mattinata è stata soleggiata e calda.

La corsa di Ponte a Egola , non ha particolarità eclatanti, ma ha nell´ottima e collaudata organizzazione il motivo del suo successo.

Il percorso è bello e simile a quello dello scorso anno ( forse adirittura identico), ma oggi è scorso talmente bene che mi è piaciuto di più.

Alcune osservazioni:

- da un pò di tempo i chilometraggi sono praticamente perfetti.......mi complimento e ringrazio TUTTI gli Organizzatori.

- i ristori di questa corsa erano adeguati

- i percorsi erano ben segnalati

- gli Organizzatori sono riusciti a non far piovere.....e questo è segno di ...buone conoscenze

Domenica prossima saremo a S. Miniato per concludere questo bel trittico.

Dimenticavo la cosa più importante....gli ultimi chilometri ( esattamente come lo scorso anno) li ho percorsi correndo col Napoleone, che fra racconti di mangiate luculliane e belle donne.....ti fa sembrare meno dura qualsiasi corsa.

Via ho finito di cazzeggiare....picconate non ce ne sono e, .... sapete che vi dico?

Ciaoooooooo

Daniele Fedi
Dimensione: 422,88 KB


...No! Non ho errato nel titolo per questo resoconto. E voglio incominciare con una polemica.
Perchè Scappa, invece che Corre? Perchè stamani sono arrivato a Ponte a Egola alle 8 e 25. Ritardo causato da alcune frecce poste con la dicitura "Ritrovo". E che mi hanno portato quasi a Casa Bonello...
Praticamente dopo l´iscrizione, e un poco di streccio, parto che sono le 8.31. Ed il problema non è neanche questo. Mica me ne frega se ormai non c´era più nessuno a partire a quell´ora. E´ che quando ho finito (10.45), mica alle una, o alle 14, era già stato smantellato tutto!
"Siamo bravi noi". "Abbiamo da fare", mi è stato detto dai Ponteaegolesi.
Sapete come la penso io sugli orari delle partenze, però m´infastidisce di più l´orario di "chiusura" delle nostre corse. Almeno da parte di qualche gruppo podistico.
Ok, Monti, se è regolare partire alle 7.30... Ma se avete fretta di terminare, le corse fatele solo di 10 km. Così tutti a casa già alle 9.
-
Polemica a parte, la corsa mi è piaciuta assai. Un assaggio di Pesticciata, e sopratutto un assaggio (poco gradito per me) d´estate.
Infatti, sulla prima salita verso Stibbio, già mi pareva di cuocere. E al primo ristoro mi calavo acqua sul corpo.
La salita verso l´agriturismo, per fortuna era molto al fresco. Nonostante la strada asfaltata.
Ci sono voluti 5 e passa km, prima di scendere verso uno sterrato. Uno di quei sentieri da cinghiali, pieno di solchi nel terreno e di vegetazione tutto intorno. Ho voltato la testa a sinistra e ho notato tre ingressi di grotte. Chissà cosa c´è dentro.
-
C´è stato molto asfalto, e i soliti sbalottanti saliscendi sanminiatesi.
Ci sono stati bellissimi passaggi da cartolina, e il vento che si era alzato ha reso magica l´atmosfera. Bianco era il terreno sotto i miei piedi, tra i piumini dei pioppi, e i fiori d´acacia.
Sembrava neve fresca e vellutata, anche se di fresco c´era ben poco, mentre il sudore mi calava sugli occhi.
Il lunghissimo tratto sterrato di via della Gora era stupendo. Il mio naso si riempiva di profumi e lo sguardo vagava verso i campi multicolor.
Il giallo dei piscialetto (così li chiamavo da bambino), si univa al verde dell´erba e sopratutto al rosso dei papaveri. Qualche lampascione faceva capolino con il suo color violaceo.
Correvo da solo, tra le buche del terreno. I passi veloci si univano al rumore del vento tra gli alberi e pensavo a tutte e quattro le stagioni che scorrono mentre mi trovo a correre in questi posti così belli.
Li vedo in inverno, diversi da come li osservo stamani. Vedo crescere l´erba in primavera, vedo cadere le foglie d´autunno. Sento la polvere cadermi addosso, quando d´estate passa una bicicletta, o un´automobile.
Queste Strade Bianche sanminiatesi sono lunghe e piacevoli da percorrere.
-
L´avvicinarsi a Montopoli, e quell´odore di cacca di cavallo, mi ha fatto venire in mente mio nonno. Mi diceva sempre "è boassa" -in emiliano merda-. E come quella sabbia che si trova su queste colline, mi fa pensare a mio padre che ci veniva a scavare fossili.
-
Ecco ora scrivendo queste sensazioni mi sono bloccato. Sarà la stanchezza di altra lunga giornata, sarà la memoria che ha divagato un po´. Davanti a me non ho lo schermo di un pc, ma ho quegl´alberi, quei fiori svolazzanti, quei piumini e quel vento che li portava lontano. Li depositava in terra. In attesa che la natura faccia il suo corso. Oggi è un fiore che cade, domani sarà un bocciolo, tra un mese oppure un anno diventerà una pianta che cresce.
...Se Ponte a Egola Scappa... io mi godo questa Natura che resta.
Loris Neri -- Podistica Galleno

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie